Lusia e Venegia

Dalla Valle di San Pellegrino, salita al Passo Lusia e alla Baita Segantini sotto le Pale di San Martino; ritorno per il Passo di Pradazzo, costeggiando il Col Margherita.
Percorso di 57 km per un dislivello in salita di quasi 2000 m in gran parte sterrato con pendenze impegnative sopratutto nella prima parte. Quota max 2354 m. Discesa in gran parte su facile sterrato nella prima parte, più impegnativa ma non difficile quella dalle piste sassose e ripide del Col Margherita, qualche tratto su strada.
NB: Nei primi 50 m del percorso si risale un ripido collegamento che si supera velocemente spingendo la bici.



Malga Inferno

Percorso di 52 Km in Val di Fiemme. Il giro parte da quota 1280 m, ma si può partire comodamente anche da Molina di Fiemme 825 m. 26 km in salita per un dislivello di 1580 m, con pendenze non impegnative tranne un breve tratto nei pressi di Malga Coston, quota max 2036 m. Discesa facile su sterrato e mulattiera, mentre i tratti su single track richiedono un po di tecnica ma non sono impegnativi.



Dopo il giro del Solombo prevalentemente su sterrato, il percorso scende a Molina per risalire la Val Cadino per 8 km lungo la bella SP31 per il Passo Manghen fino a Ponte Stue 1285 m, poi su forestali e mulattiere un po sconnesse e sassose, si sale a Malga Stue Alte, Malga Coston bassa e alta. Ancora un tratto di salita su mulattiera poi si scende senza difficoltà tecniche a Malga Inferno. Un collegamento su forestale in salita per la Val Moena permette di scendere su divertenti single track in alternativa alla strada forestale. Dai Masi di Cavedine si scende alla ciclabile di fondovalle parzialmente su strada. Il ritorno al punto di partenza segue in parte i tracciati ben segnalati del Dolomiti Lagorai Bike.


Giro del Latemar

43 Km per un dislivello in salita di 1400 m, quota max 2167 m. La salita è molto bella, 10 Km su strada e ciclabile per salire a Moena 1184 m da Predazzo 1014 m, poi sterrato comodo nella prima parte, per finire però con pendenze impegnative da Obereggen 1550 m a Passo Feudo 2121 m. La breve discesa da Passo di Costalunga per qualche tratto è divertente con single track e saliscendi veloci, il resto da Passo Feudo è su sterrato e strada cementata molto ripida e con ghiaino, poco interessante e da affrontare con attenzione all'impianto frenante facilmente soggetto a surriscaldamento.







Oclini Lavazè

In Val di Fiemme, un percorso di 57 Km per un dislivello in salita di 1350 m, con pendenze non impegnative, 8 km su strada il resto sterrato comodo, breve collegamento su bel sentiero. Quota max 1992 m. Discesa su sterrato senza difficoltà tecniche, strada e lungo la bella ciclabile di fondovalle che costeggia l'Avisio. Da Molina di Fiemme 824 m seguendo in senso inverso il percorso della Vecia Ferrovia per salire a Fontanefredde 1020 m, su strada continuare la salita per Redagno poi di nuovo sterrato si raggiunge Malga Gurndin 1950 m e Passo Oclini 1989 m. Passo Lavazè 1807 m si raggiunge su strada con breve deviazione al percorso.